Home page » Attività » Mostre ed esposizioni » Libri sotto le bombe - La biblioteca di Antonio Favaro » La fondazione della Domus Galilaeana

La fondazione della Domus Galilaeana

L’idea di un Istituto dedicato a studi su Galileo nasce nel 1939, in occasione del centenario della Prima Riunione degli Scienziati Italiani. Il lungo iter politico, e le difficoltà economiche dell’Italia, faranno si che la creazione della Domus Galilaeana avverrà solamente nel 1942.

Da subito si delinea come nucleo principale della biblioteca il Fondo di Antonio Favaro, il cui figlio Giuseppe è tra i soci onorari e collabora fin dai primi momenti allo sviluppo dell’Istituto.

Giovanni Gentile sarà il primo Presidente della Domus Galilaeana e nominerà come direttore Sebastiano Timpanaro.

  • I disegni di legge per l’istituzione della Domus Galilaeana, 1941 (Archivio storico della Domus Galilaeana)
  • G. Favaro a S. Timpanaro, 1 giugno 1942. Disquisizione sul nome corretto dell’Istituto (Archivio storico della Domus Galilaeana)
  • Statuto della Domus Galilaeana e sua pubblicazione sulla gazzetta ufficiale, 1942 (Archivio storico della Domus Galilaeana)
  • La prima serie di timbri in dotazione all’Istituto
  • Corriere della Sera, 4/07/1941. Si da notizia della fondazione dell’Istituto (Fondo Emanuelli, Quaderno Galieo)
  • G. Gentile. Si chiede agli studiosi di collaborare agli studi del nuovo Istituto (Archivio storico della Domus Galilaeana