Home page » Archivio » I Fondi » Fondo Giuseppe Boffito

Fondo Giuseppe Boffito

Modalità di acquisizione
Carte pervenute tramite donazione. Della donazione dà notizia S. Timpanaro nel 1942.

Consistenza e descrizione
Il fondo è costituito dal manoscritto “I manoscritti galileiani della Biblioteca Nazionale di Firenze descritti e illustrati da G. Boffito” (s. d.) , pp. 257, e dalle bozze di stampa, con correzioni manoscritte, della “Bibliografia Galilaeana” (1941), pp. 295.
Nell’Archivio Storico della Domus Galilaeana sono inoltre presenti alcune corrispondenze con Sebastiano Timpanaro, risalenti ai primi anni ’40.

Ordinamento e struttura
Le carte sono conservate in tre faldoni in un ripiano chiuso a chiave dell’armadio 10 della Sala Favaro.

Strumenti archivistici
Trattandosi di soltanto due manoscritti non esistono inventari.

Fonti collegate
La parte scientifica della biblioteca personale è conservata presso l’Istituto e Museo di Storia della Scienza di Firenze dal 2003 e consta di circa 3.000 volumi.

Bibliografia
S. Timpanaro, La “Domus Galilaeana” , estratto dalla Rivista Romana Anno VI - n. 11 - Novembre 1942-XXI, Vallecchi editore Firenze
A. Saitta Revignas, Necrologio, in Atti e Memorie dell’Accademia Tetrarca, n.s., vol. 33 (1946 - 1946)
A. Casotti, Notizie sugli scritti del padre Giuseppe Boffito, barnabita, Venegono Inferiore (VA), La Scuola Cattolica, 1946
Giuseppe Boffito Barnabita. L’uomo, le opere. Bibliografia, Firenze, Collegio alle Querce, 1947
F.M. Parenti, A ricordo di p. Giuseppe Boffito barnabita storico della scienza, in “La Querce”, a. 37, n. 1- 2, 1982
Giuseppe M. Boffito barnabita, un erudito del Novecento, Atti del Convegno di Gavi (Alessandria), 11- 12 settembre 1982, a cura di S. De Rosa, Firenze, Olschki, 1984
F.M. Parenti, Padre Boffito: la discreta presenza del barnabita nel Museo della scienza, oggi ripresentato in veste nuova, in “La Querce”, n. 1 (1991)
DBI, Roma, vol. 11, sub voce; Guida