Home page » Biblioteca » Le biblioteche private » Biblioteca Emanuelli

Biblioteca Emanuelli

L'acquisto della biblioteca di Pio Emanuelli, astronomo e cultore di storia dell'astronomia venne proposto dal Presidente della Domus, il Prof. Vincenzo Cappelletti, durante il consiglio di amministrazione del 4 maggio 1974. Il consiglio approvava ad unanimità la proposta e dava mandato al Presidente di procedere all'acquisto.

Il 24 gennaio del 1977 si trovarono dal Dott. Nicolò Bruno, notaio in Roma, il Presidente della Domus e la vedova Emanuelli, Carmela Fioravanti.

La Sig.ra Fioravanti "al fine di onorare la memoria dell'Illustre Socmparso, vendette l'intera biblioteca, costituita da libri, manoscritti, documenti, ritagli di giornale, carteggi, mappe astronomiche, un busto in bronzo, attrezzi astronomici, scaffalature, per 10.000.000 di lire.

Nell'Archivio Storico della Domus è presente l'atto notorio in cui viene elencata l'enorme mole di materiale.

Biografia
Pio Emanuelli (Roma, 3 novembre 1888 - Roma, 2 luglio 1946) Fu addetto alla Specola Vaticana, a cui entrò nel 1910 chiamato dal direttore, il padre gesuita Johann Georg Hagen.

Fu autore di numerosi lavori scientifici, riguardanti soprattutto la storia dell'astronomia, e di opere di divulgazione scientifica. Dopo aver conseguito la libera docenza di Astronomia all'Università di Roma, divenne ordinario di Storia dell’Astronomia nella stessa università nel 1938.

Come divulgatore scientifico, scrisse numerosi articoli di argomento astronomico sulla rubrica "Dal taccuino astronomico di Pio Emanuelli" che aveva sul mensile Coelum Astronomia.

A partire dal 1930 fu titolare inoltre di un'altra rubrica di divulgazione astronomica sul Corriere della Sera.